Toscana IGT

Questo vino è frutto della nostra conoscenza, del nostro sentimento, pensiero, desiderio.

Rappresenta la sintesi del nostro passato, memoria della nostra tradizione, testimonianza del nostro territorio, riferimento per il presente ma soprattutto per il futuro.

SCHEDA TECNICA

Denominazione Toscana IGT
Zona di produzione Castellina in Chianti per Sangiovese e Cabernet Sauvignon; Maremma Toscana per Petit Verdot e Merlot
Vendemmia annata 2010
Numero di bottiglie prodotte 15000 da 0, 75 lt e 500 da 1,5L
Uvaggio Sangiovese 60%, Cabernet Sauvignon 10%, Petit Verdot 20% e Merlot 10%
Altitudine media dei vigneti 250mt slm a Castellina in Chianti e 200 mt slm in Maremma
Tipologia di terreno medio impasto alcalino a Castellina in Chianti e arenaria quarzoso feldspatiche con buona presenza di scheletro in Maremma
Resa per ettaro 4, 5 Tonnellate
Densità di impianto 5000 piante per ettaro
Sistema di allevamento Cordone speronato
Tipologia Serbatoi di Fermentazione in acciaio a temperatura 26°-30°C. La fermentazione alcolica è terminata in presenza delle bucce
Durata di Fermentazione La fermentazione alcolica è terminata in presenza delle bucce
Invecchiamento 18 mesi in barrigues e tonneaux
Affinamento in Bottiglia oltre 12 mesi
Gradazione alcoolica 13,50%Vol
Clima e Annata I vitigni nella vendemmia 2010
La scelta del Sangiovese e del Cabernet Sauvignon da Castellina ha origine nella storia di Cecchi.
Il Sangiovese perché la prima tenuta ad essere stata acquista dalla famiglia è Villa Cerna nel cuore del Chianti Classico, zona vocata e felice per la produzione di questo vitigno.
Nell'annata 2010 questo vitigno ha beneficiato di una maturazione lenta, graduale e perfetta. Una primavera piovosa e fresca, seguita da un'estate calda ma intervallata da provvidenziali piogge, ha permesso uno sviluppo ottimale dei grappoli e della frazione aromatica, mantenendo una grande freschezza che è la nota distintiva di questa annata.
Il Cabernet Sauvignon invece è stata una scelta voluta dal padre di Cesare e Andrea, Luigi Cecchi che alla fine degli anni '80 quando decise di trasformare un uliveto in un vigneto a Cabernet Sauvignon, perché l'esposizione di cui godeva era ottimale per questa varietà, ottenendo così un vino con delle caratteristiche Chiantigiane molto spiccate.

Nel 2010 questa varietà è stata raccolta intorno alle metà di ottobre, con tutte le qualità intrinseche dell'ottima annata.
La scelta del Merlot e del Petit Verdot della Maremma è stata determinata dalla consapevolezza di due espressioni varietali eccellenti per questa zona di produzione.
Il Petit Verdot nel 2010 è maturato tardi come da sue caratteristiche, mantenendo una buona acidità affiancata ad un tannino con una tessitura complessa. Il Merlot, in quanto varietà precoce, è stato il vitigno che in Maremma ha beneficiato maggiormente dell'andamento stagionale raramente fresco e piovoso, mantenendo una buona acidità ed un corretto sviluppo della parte aromatica.
Vinificazione e affinamento All'arrivo in cantina le uve sono state ulteriormente selezionate e diraspate e pigiate delicatamente.
Ogni varietà componente Coevo 2010 è stata vinificata separatamente.
La fermentazione alcolica è stata condotta in tini di acciaio inox per una settimana, con le temperature comprese tra i 26 e i 30°C, mantenendo una costante attenzione alla freschezza dei profumi e alla gestione del tannino, rivolta alla ricerca della dolcezza ed eleganza.
La macerazione post fermentativa è proseguita per 15 giorni, per ogni varietà, nel corso dei quali si è svolta anche la fermentazione malolattica.

Le quattro varietà sono state invecchiate a Castellina in Chianti: sono state mantenute separate in barriques e tonneaux per dodici mesi per essere finalmente assemblate e proseguire per altri 6 mesi l'affinamento in legno insieme.
L'imbottigliamento è stato effettuato nei primi giorni di luglio 2012, appena il vino ha finito il suo affinamento in legno.
Note di degustazione La mineralità e la potenza della Maremma, e l’eleganza e la finezza del Chianti. Ha un color rubino con sfumature di melograno e lamponi. Al naso è deciso con i suoi tocchi selvatici di alloro e note di radici di liquirizia. Al palato la trama tannica strutturata e vivace richiama l’aromaticità di frutti rossi e china.
Persistente e lungo in bocca. Sprigiona sul finale morbidezza e setosità. (cit. Luca Gardini Miglior Sommelier del Mondo 2010)

Premi e riconoscimenti

Coevo 2010
Tre Bicchieri- Vini d'Italia Gambero Rosso

Cecchi - Casa Vinicola Luigi Cecchi e Figli srl, Loc. Casina dei Ponti, 56, 53011 Castellina in Chianti, Siena - Italy, Tel.: +39 0577 54311, Fax: +39 0577 543150, P.Iva 00117840520
Privacy Policy